benessere

CHIEDI AL COACH – Le domande di Maggio!

Di seguito tutti i “botta e risposta” di Maggio tra gli utenti del CUS ed i trainer della sala fitness.

 

👉🏻Lo stretching è meglio farlo a fine allenamento o in una sessione a parte? Se i muscoli non sono caldi quando si fa stretching si rischia qualcosa?
📍Innanzitutto bisogna capire quale tipo di stretching si intende, se quello dinamico o quello statico. Diciamo che il primo può essere utilizzato anche dopo il riscaldamento, a completamento dello stesso. Il secondo invece sarebbe più opportuno farlo alla fine o addirittura lontano dall’allenamento (sempre previo riscaldamento). A livello muscolare, allungare un muscolo caldo darà più benefici, però la letteratura è molto discordante su questo argomento. Il mio consiglio comunque è di dedicarci del tempo.

👉🏻È normale che quando mi alleno facendo affondi e squat poi mi escano le vesciche sulle dita dei piedi (le scarpe non sono strette)?
📍Non credo sia normale avere delle vesciche, ma penso sia dovuto alla calzature che uno indossa e anche al tipo di calze. Durante l’allenamento sicuramente si crea del sudore, per cui se non sono correttamente attrezzato potrebbe succedermi questo.

👉🏻È fattibile allenarsi con mascherina e guanti? Potrebbero esservi conseguenze sull’ossigenazione dei muscoli?
📍Fattibile o no…bisogna attenerci alle linee guida che ci daranno! A volte si dice prevenire è meglio che curare….nella dotazione normale il guanto come la salvietta dovrebbe esserci già (poi vedremo il tipo)! La mascherina sicuramente dal punto di vista organico inibisce lo scambio anidride carbonica e ossigeno, causando l’alcalosi. Negli sforzi prolungati darà forse fastidio, ma come detto vedremo: saranno regole che ci verranno date dall’alto!

👉🏻Ho la rettilinearizzazione della schiena (parte alta) e una forte lordosi… posso comunque allenarmi? O dovrei evitare qualche esercizio/privilegiarne altri?
📍Questa problematica è tassativamente da far conoscere al trainer! Senza entrare nello specifico, in questo caso il piano di lavoro sarà tarato in funzione del problema: ci saranno tipologie di esercizi da fare e soprattutto da non fare (per evitare ulteriori danni nell’atteggiamento posturale).

👉🏻Ci si può allenare durante il ciclo? C’è una qualche attività da privilegiare?
📍A mio avviso, durante il periodo mestruale l’allenamento dovrebbe subire delle leggere modifiche. Si deve sempre però scindere i vari casi, capire le abitudini delle persone. La grande differenza sta nel rallentare l’attività e fare attività di tipo leggero o moderato. Però dipende dal tipo di ciclo, è una cosa personale; di certo eviterei esercizi troppo stressanti a livello organico e muscolare!

👉🏻Come ingrossare gli avambracci?
📍L’avambraccio è una parte del braccio spesso sottovalutata e a volte nei programmi si tende a non allenarla. Esistono molteplici esercizi in palestra per stimolarlo… bisogna, come in altri casi, fare una programmazione specifica per studiarne l’incremento.

👉🏻Per quante “schede” dovrei puntare sulla MASSA? Potrebbe essere utile allenare anche la forza? Se sì, come le devo alternare?
📍In palestra non esiste il “quante schede devo fare per avere la massa o l’ipertrofia muscolare”! Questo obiettivo deve essere associato anche ad un regime alimentare appropriato e discusso con un esperto della nutrizione. Utile allenare anche la forza? È assolutamente indispensabile, direi. Nella programmazione dell’allenamento per la massa devono essere inseriti microcicli anche per allenare la forza, essendo queste correlate..e ricordiamoci che ai muscoli bisogna dare stimoli diversi, quindi in una programmazione annuale per l’incremento muscolare bisogna anche inserire cicli (schede) per la forza.

👉🏻Come allenare le GAMBE senza pesi alti in quarantena?
📍Per allenare le gambe in questo periodo ci si può rifare a una vasta gamma di lavori a corpo libero. I sovraccarichi posso ricercarli con l’uso di cavigliere o elastici… se ciò non bastasse, si può lavorare fino allo sfinimento muscolare.

👉🏻Si può correggere la CIFOSI in palestra?
📍 Assolutamente sì’! Il consiglio che posso darvi è di parlare con il trainer di questo problema. Alcune cifosi non sono evidenti ma ci sono, bisogna dunque prestare attenzione e trattarle come tali. Ci sono molti esercizi da evitare, ma anche molti esercizi che vengono in aiuto nella correzione della cifosi. L’importante è evitare esercizi che implichino l’intrarotazione dell’omero, poiché questo accentuerebbe il tutto.

👉🏻ALLENARSI AL SOLE fa male? Io lavoro e potrei andare a correre in pausa pranzo…rischio qualcosa?
📍Premesso che allenarsi non fa mai male, chiaramente bisogna capire in che condizioni lo si fa, l’intensità e soprattutto se ne vale la pena e non hai alternative! Quindi…avere qualche dubbio sull’uscire a correre sotto il sole a 45 gradi con umidità altissima ci sta; magari sarebbe meglio (se si riesce) uscire in un altro orario dove il sole scalda meno, oppure andare in luoghi ombreggiati, oppure cambiare allenamento. Se proprio non si hanno alternative, io anziché correre opterei per una camminata!

👉🏻Quanto è necessario l’ABBIGLIAMENTO TECNICO se si suda molto? È davvero rischioso rimanere sudati durante l’attività?
📍L’abbigliamento tecnico sicuramente aiuta ad allenarsi meglio, parlo soprattutto di maglie fatte apposta che termoregolarizzano il corpo facendo si di preservare o contenere il sudore. Chiaramente, quest’ultimo è fastidioso e dal punto di vista tecnico la perdita di liquidi equivale alla perdita di sostanze importanti, quindi: o si reintegrano le sostanze perse bevendo qualcosa, oppure un abbigliamento consono sicuramente può migliorare la performance!

Chiediamo a Marina: il BMI, indice di massa corporea

Marina è la nostra istruttrice dei corsi di gruppo, con esperienza più che ventennale nel mondo del fitness. Oggi le abbiamo chiesto del BMI (Body Mass Index): cosa è, a cosa serve, come si calcola e come si usa.

Ovviamente, non essendo la nostra istruttrice una dottoressa, si precisa che i seguenti sono dati e consigli basati sull’esperienza personale e lavorativa, e articoli relativi a studi scientifici letti da riviste specializzate e siti istituzionali, ma non possono in alcun modo sostituire il consulto di una figura specializzata!

Il BMI, indicato anche con la sigla IMC, è l’Indice di Massa Corporea. È il metodo più diffuso per calcolare la massa corporea e soprattutto un’eventuale obesità. Si ottiene dividendo il peso (in kg) per l’altezza (in m) al quadrato.

Se il BMI aumenta cresce anche il rischio di malattie associate all’eccesso di peso. D’altro canto, anche un BMI molto basso ha i suoi rischi: uno stato di malnutrizione favorisce l’insorgere di malattie compromettendo soprattutto il sistema immunitario. 

Di seguito le tabelle riportate come standard dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità).

Valori di riferimento per le donne:

ETÀ16-171819-2425-34
BMI IDEALE19/2419/2419/2420/25
ETÀ35-4445-5455-6465-90
BMI IDEALE21/2622/2723/2825/30

Valori di riferimento per gli uomini:

ETÀ1616-1819-2425-34
BMI IDEALE19/2420/2521/2622/27
ETÀ35-5455-6465-90
BMI IDEALE23/2824/2925/30

È comunque da notare che questo valore è indicativo e potrebbe portare a discrepanze rispetto alla realtà, poiché è calcolato con una formula fissa e non distingue la massa magra da massa grassa e acqua. Perciò, nelle persone che svolgono attività fisica e hanno sviluppato muscolatura il risultato potrebbe risultare falsato.

In breve, il BMI o IMC è un valore indicativo pratico di massa corporea, ma per una corretta gestione della propria valutazione sarebbe opportuno aggiungervi anche i valori di impedenziometria o plicometria (test effettuati in centri specializzati).

 

Circuit Training in ufficio!

Sei in pausa pranzo e vuoi sfruttare al meglio il tempo a disposizione?

Ecco un circuito studiato appositamente per l’ufficio, anche di casa!

Sviluppato dal prof. Matteo Rossi, Responsabile dei progetti sportivi per il Centro Universitario Sportivo di Bergamo.

 

Palestra inclusiva e attività fisica adattata over 65

Prosegue anche a distanza la missione promossa dal Cus Bergamo e dall’Ateneo di «palestra inclusiva» che – grazie ad attrezzature specifiche – mette a disposizione di atleti e persone con disabilità, istruttori opportunamente formati per garantire una preparazione atletica senza limiti. Per garantire la continuità degli allenamenti, che in questo caso assumono ancora più importanza in termini di prevenzione della salute, ogni ragazzo con disabilità è in contatto con il proprio allenatore che lo allena in via telematica.

 

«Il CUS nasce con lo scopo di promuovere l’attività fisica non solo nell’ambito della nostra Università, ma nei confronti di tutta la comunità bergamasca – sottolinea Andrea Cattaneo, responsabile fitness del Centro universitario sportivo dell’Università di Bergamo -. Questo progetto, così come molti altri del CUS, tipo la palestra inclusiva o l’attività fisica adattata per over 65, rientra a pieno titolo nella cosiddetta terza missione d’Ateneo: mettere a disposizione della società le diverse competenze del mondo accademico. In queste settimane abbiamo dovuto cambiare le nostre abitudini e sconvolgere le nostre giornate ma una certezza è rimasta: ancora una volta, lo sport unisce e supera tutte le barriere»

 

Il CUS anche a casa: Attività fisica per tutti durante l’emergenza da Covid-19

UNIBG: ANCHE LO SPORT IN VIDEO – LEZIONI, GRAZIE AI TRAINER DEL CENTRO UNIVERSITARIO SPORTIVO.

ALLENAMENTI ACCREDITATI ANCHE SUL SITO DI REGIONE LOMBARDIA

Bergamo, 2 aprile 2020 – Non solo lezioni tramite piattaforma e-learning e lauree telematiche: ora anche video lezioni di fitness da praticare tra le mura domestiche. E così il Centro Universitario Sportivo dell’Università degli studi di Bergamo, che da sempre promuove l’attività sportiva e uno stile di vita sano tra studenti, personale docente e tecnico-amministrativo dell’Università e anche nei confronti del territorio, che oggi più che mai ha bisogno di curarsi della propria salute, si mette in gioco per la salute dei bergamaschi.

 

Con questa iniziativa il CUS risponde all’appello dell’OMS e di Regione Lombardia di prendersi cura della propria salute, fisica e mentale, durante questo periodo di emergenza, a disposizione non solo della comunità accademica ma di tutta la comunità “digitale” le competenze dei trainer (tutti laureati in scienze motorie) proponendo lezioni e attività da fare in casa per il proprio benessere. La palestra dunque, entra nelle case di tutti, grazie a video tutorial pubblicati sui canali social, sul sito di Cus Bergamo e sul sito di Regione Lombardia.

«In queste settimane abbiamo dovuto cambiare le nostre abitudini e sconvolgere le nostre giornate ma una certezza è rimasta: ancora una volta, lo sport unisce e supera tutte le barriere»

Gli esercizi sono disponibili sul nostro profilo Facebook (@cus.bergamo), su questo blog (al link https://cusbergamo.it/2020/03/il-cus-anche-a-casa/ ) e sul sito di Regione Lombardia.

Chiediamo a Marina: vitamina D e osteoporosi

 

Marina è la nostra istruttrice dei corsi di gruppo, con esperienza più che ventennale nel mondo del fitness.

Oggi le abbiamo chiesto della vitamina D, delle sue proprietà e della sua importanza.

Ovviamente, non essendo la nostra istruttrice una dottoressa, si precisa che i seguenti sono dati e consigli basati sull’esperienza personale e lavorativa, e articoli relativi a studi scientifici letti da riviste specializzate, ma non possono in alcun modo sostituire il consulto di una figura specializzata!

In questi ultimi anni è aumentata l’integrazione di vitamina D in adulti anche sani, con lo scopo di migliorare la densità ossea e prevenire l’osteoporosi. 

Come riportato dalla rivista “Fitness e Sport”, uno studio pubblicato sulla prestigiosa rivista “The Lancet” condotto in Nuova Zelanda afferma che la vitamina D assieme al calcio è fondamentale nella prevenzione e nel trattamento dell’osteoporosi. Però, tutto ciò ha significato nei soggetti a rischio, specie donne, e nei soggetti in cui ve ne sia un deficit! Invece, è dimostrato che l’aggiunta di vitamina D non interviene sui processi metabolici ossei negli adulti sani, in cui la densità del minerale risulta indifferente al trattamento. 

In generale, sono consigliate una dieta ricca di calcio e attività fisica!

 

Il CUS anche a casa!!!

 

Vogliamo stare con voi, anche durante questo periodo difficile!

Grazie ai nostri trainer, con questo filmato diamo il via ad una serie di video-esercizi da poter fare a casa, per mantenerci allenati ed in forma!

Buona visione, e soprattutto… buon allenamento!

CHIEDI AL COACH – Le domande di Febbraio!

Di seguito tutti i “botta e risposta” di Febbraio tra gli utenti del CUS e il Direttore Fitness.

 

 

👉🏻 Come recuperare massa dopo un lungo fermo per STRAPPO ALLA SPALLA?
📍 Sicuramente il percorso per recuperare la cosiddetta massa nella spalla è un processo lungo…anche perché i muscoli della spalla sono parecchi, con annessi e connessi tendini etc…quindi già il recupero in sé risulta lungo. Inoltre, dovendoci arrivare step by step…prima di tutto bisogna recuperare l’escursione articolare, poi pian piano si passa ai sovraccarichi e poi ai carichi più alti…ma è un processo abbastanza lungo!

👉🏻 La PANCA INVERSA…è utile? Serve solo per fare stretching o posso usarla come strumento di allenamento, ad es. per fare “addominali a testa in giù”?
📍La panca inversa può essere sicuramente utile per gli esercizi che dici. Il consiglio che do è quello di non rimanere troppo tempo a testa in giù, si rischierebbero capogiri in quanto il decorso sanguigno arriverebbe alla testa. Quindi ci possono stare esercizi alla panca a testa in giù, ma limitandone il tempo di esecuzione…e soprattutto non bisogna sicuramente alzarsi velocemente, altrimenti si rischierebbero svenimenti!

👉🏻 Come posso far diventare più grossi i miei POLPACCI?
📍I polpacci sono muscoli particolari…allenandosi sempre nella stessa maniera si rischierebbe di non svilupparli mai. Innanzitutto bisogna allenarlo di base in 2 differenti modi: a gamba flessa e a gamba distesa, perché in questo modo si stimolano efficacemente i due muscoli che lo formano: il soleo e il gastrocnemio.

👉🏻 Ho flessibilità nulla su gambe e braccia…come posso recuperare?
📍 La flessibilità è alienabile, al pari della forza e di tante altre cose, quindi delle sedute di stretching specifico possono sicuramente aiutarti a migliorarla! Chiedi al trainer, che ti potrà consigliare al meglio!

👉🏻 Pratico nuoto. Quali esercizi posso fare in palestra per andare più veloce in acqua?
📍Il nuoto è uno degli sport più completi e dispendiosi…il consiglio più banale è quello di aumentare la forza facendo degli esercizi che coinvolgono tutti i muscoli. Aumentando la forza, di riflesso aumenteranno anche le prestazioni. Non sottovalutare però anche la mobilità articolare! Migliore è l’escursione articolare, migliore sarà la fluidità dei movimenti, soprattutto in acqua.

👉🏻 Come recuperare il più velocemente possibile dopo un’operazione al menisco?
📍Innanzitutto bisogna capire che tipo di operazione al menisco è stata fatta…poi sicuramente, oltre ai protocolli stabiliti per il recupero, la forza di volontà ha un ruolo fondamentale. La capacità di sopportare sforzi conta moltissimo…il consiglio che mi sento di dare è che ogni cosa ha il suo tempo.

👉🏻 Quando si fanno i PIEGAMENTI/la posizione di PLANCK, come vanno tenuti i polsi? A volte sento dolore…
📍 Partiamo dalla corretta esecuzione dei piegamenti. Mani appoggiate a terra con larghezza leggermente superiore a quella delle spalle, avampiedi appoggiati a terra con arti inferiori leggermente divaricati tra loro e nuca e bacino sulla stessa linea con lo sguardo rivolto verso il pavimento al centro delle mani. Dunque, il dolore ai polsi può essere ricondotto ai seguenti fattori:
-uno scarso tono dei muscoli del polso e dell’avambraccio, o una scarsa mobilità dell’articolazione;
-uno scorretto posizionamento delle mani. Esse, infatti, devono stare in linea con l’avambraccio/polso; se si tende a intraruotare o extraruotare la mano, sicuramente si sollecita maggiormente il polso provocandone un indolenzimento.

👉🏻 Come vanno tenuti i GOMITI alla pressa per il PETTO? Sento dolore con i carichi alti.
📍 Il dolore ai gomiti eseguendo la chest press può dipendere principalmente da due errori comuni:
-l’iperestensione del braccio nella fase di spinta (perché blocca l’articolazione del gomito);
-l’errata posizione di partenza del seggiolino (l’esecuzione corretta prevede che i gomiti, le spalle e i polsi debbano essere più o meno alla stessa altezza)..il dolore può insorgere quando il seggiolino è troppo basso e la spinta grava molto sul gomito.

👉🏻 Come posso ottenere i GLUTEI TONICI E SCOLPITI? Nonostante io mi alleni, non riesco a ottenere una forma soddisfacente, sono piatti!
📍 Il gluteo piatto e non scolpito è “sindacabile”… dipende tanto anche dal tipo di corporatura che madre natura ha dato! Dal punto di vista sportivo il consiglio più semplice è quello di programmare al meglio l’allenamento con il trainer. Non sempre, infatti, fare tantissimi esercizi equivale al miglior risultato, anzi! Bisogna tarare bene le serie e le ripetizioni e soprattutto i sovraccarichi. Inoltre, fare sempre le stesse cose non fa bene (chiaramente è sempre meglio farle che non farle) e quindi bisogna variare ogni tanto…

MAL DI GINOCCHIA durante allenamento: cosa posso fare?
📍Il consiglio più logico che posso dare è quello di interrompere tutti gli esercizi che coinvolgono il ginocchio, poi bisogna capire che tipo di dolore è…se è proprio il ginocchio e la sua articolazione complessa oppure un semplice dolore muscolare…consiglierei caldamente di recarsi da un dottore e fare accertamenti.

👉🏻Come fare a capire se il dolore è dovuto a una CONTRATTURA o a uno STRAPPO?
📍Esiste una sostanziale differenza tra una contrattura e uno strappo muscolare. Parlando grossolanamente, si capisce anche dalle due parole…strappare è più grave di contrarre…per cui uno strappo è proprio lo strappo delle fibre muscolari e provoca un dolore forte e localizzato, che riconosci anche perché c’è un arrossamento della parte dovuta ad una perdita di sangue; la contrattura invece consiste in una contrazione del muscolo superiore alla norma…non provoca arrossamenti e soprattutto il dolore è molto inferiore!

👉🏻 I SALI MINERALI vanno sempre messi nell’acqua durante allenamento? Se sì, quali?
📍I sali minerali non vanno sempre messi nell’acqua e aggiungo che non vanno sempre presi tanto da abusarne! Essi servono soprattutto se l’allenamento diventa molto lungo e in condizioni di caldo…in quel caso il reintegro salinico risulta importantissimo perché il sudore provoca una perdita di sali e zuccheri. Per cui bisogna vedere il lavoro che si vuole fare: se è particolarmente intenso, allora bisogna attrezzarsi con il giusto reintegro; altrimenti, idratarsi semplicemente con acqua è una buona cosa!

Chiediamo a Marina: l’igiene in palestra

 

 

Marina è la nostra istruttrice dei corsi di gruppo, con esperienza più che ventennale nel mondo del fitness.

Oggi le abbiamo chiesto delle norme igieniche che ogni persona dovrebbe tenere quando si allena, per il rispetto proprio e degli altri.

Ovviamente, non essendo la nostra istruttrice una dottoressa, si precisa che i seguenti sono dati e consigli basati sull’esperienza personale e lavorativa, e articoli relativi a studi scientifici letti da riviste specializzate, ma non possono in alcun modo sostituire il consulto di una figura specializzata!

Allenarsi è bene, farlo con coscienza è meglio! Quando si viene in palestra non è fondamentale solo la tipologia di allenamento, ma anche e soprattutto l’attenzione all’igiene. Di cosa parlo? Di poche e semplici regole che tutte le persone che si allenano dovrebbero far proprie.

In primis, mai andare in giro scalzi! Un paio di ciabatte sono essenziali per andare in giro nello spogliatoio e lavarsi, bisogna evitare il contatto diretto con le superfici.

In secondo luogo, è  importante portarsi sempre un telo da usare esclusivamente durante l’allenamento, per appoggiarlo sopra il materassino o in generale sopra alle superfici cui ci appoggiamo per fare allenamento.

Altrettanto importante è pulire gli attrezzi che si utilizzano prima e dopo allenamento, oltrechè eventuali gocce di sudore cadute a terra, con l’apposito detergente spray e carta che si trovano in sala. 

Inoltre, il giusto outfit è essenziale per evitare di creare danni alla pelle. Gli indumenti devono essere morbidi e comodi, non devono trattenere troppa umidità; assolutamente vietati i jeans. 

Ultimo consiglio, ma non per importanza, il cambio dell’intimo! Dopo l’allenamento è bene evitare di rimanere vestiti così come si è e cambiarsi a casa, perchè i batteri potrebbero proliferare; in particolare, sarebbe bene lavarsi e cambiare gli indumenti a diretto contatto con le zone intime. 

Queste regole sono basiche ma fondamentali, tutti dovrebbero conoscerle e attuarle… se ci si comporta con coscienza si evitano malattie, funghi e infezioni. Inoltre, sarebbe buona cosa se si è influenzati non venire ad allenarsi, per evitare di contagiare tutti! Senza considerare che allenarsi da malati non è nemmeno producente!

CHIEDI AL COACH – Le domande di Gennaio!

Di seguito tutti i “botta e risposta” di Gennaio tra gli utenti del CUS e il Direttore Fitness.

👉🏻Cosa sarebbe meglio mangiare prima di fare allenamento?
👩🏼‍🏫Non esiste la ricetta perfetta sul cosa mangiare prima di ogni allenamento, sicuramente a grandi linee cibi troppo calorici e grassi sono sconsigliati; mi soffermerei piuttosto sul quando mangiare…la cose da fare sono:
* non arrivare all’allenamento a digiuno da ore(il cibo da energia…e per sostenere l’allenamento ne abbiamo bisogno)
* non arrivare dopo aver appena mangiato (il processo digestivo richiede energie)

👉🏻Spesso mi capita di avere cali zucchero mentre mi alleno…cosa posso fare? Mangiare caramelle potrebbe farmi bene?
👩‍🏫Mangiare sicuramente qualcosa con zuccheri di pronto uso o bevande energetiche…di modo che il glucosio vada velocemente nel circolo sanguigno e mi possa arginare questa sorta di capogiri, però, riallanciandomi alla domanda precedente, se arrivo all’allenamento con le dovute energie (prese da ciò che mangio)…non avrò di quei problemi!

👉🏻Il nuoto può bastare a farmi mettere massa? O devo per forza fare pesi?
👨‍🏫Il nuoto è da considerare uno sport a regime aerobico/cardiovascolare…quindi mi sento di dire che per una migliore ipertrofia muscolare è utile abbinare delle sedute specifiche in sala pesi.

👉🏻Quante volte bisognerebbe allenarsi? Ci sono differenze tra uomo e donna?
👨‍🏫Il ministero della salute e tutti i medici dicono che 1 ora al giorno di sport sia l’ideale per un buon proseguo…non mi resta che essere d’accordo….aggiungerei solo il cosa fare….perché se tutti i giorni faccio le stesse cose (tipo corsa,camminata) va bene, se tutti i giorni invece faccio gli stessi pesi e stessi esercizi va meno bene. Non esistono differenze tra donne e uomini….entrambi possono praticare sport tutti i giorni, le differenze sono solo strutturali e genetiche e influiscono sulle prestazioni e di conseguenza sui recuperi.

👉🏻È sempre necessario arrivare al cedimento per avere uno sviluppo muscolare?
👨‍🏫Non è sempre necessario arrivare al cedimento muscolare per avere uno sviluppo…bisogna sempre aver chiari gli obiettivi di quello che si vuole fare….sicuramente in un allenamento di ipertrofia o di forza a volte si può arrivare al cedimento….ma non è sicuramente la condizione assoluta.

👉🏻Odio fare cardio…devo farlo per forza per fare massa?
👨‍🏫Il cuore è il muscolo involontario più importante di tutto il corpo… per alcuni potrebbe aumentare le performance perché ottimizza la circolazione e crea miglioramenti sulle capacità di pompaggio in un allenamento di massa…anche se per qualcuno potrebbe sembrare strano. Produciamo meno lattato e migliora la soglia di affaticamento. Si avrebbe una maggiore tolleranza alla fatica/intensità e quindi maggiore possibilità di crescita muscolare. Inoltre, una migliore ossigenazione muscolare aumenta la capacità di spinta e quindi di aumento del peso sollevato.

👉🏻Spesso quando mi alleno in palestra mi FA MALE LA TESTA dopo qualche ripetizione…è normale? Come posso evitarlo?
👨‍🏫Il mal di testa è una patologia frequente in palestra…si chiama cefalea da sforzo e 1 su 3 ne soffre…dipende da una carenza di ossigeno al cervello….oppure da un irrigidimento dei muscoli del collo….rimedi possono essere quelli di fare un lavoro aerobico prima dei pesi(per ossigenare meglio) e quello di allungare i muscoli del collo cosi da alleviare il dolore alla testa.

👉🏻Come posso allenare al meglio e velocemente le SPALLE?
👨‍🏫Le spalle e i muscoli che le costituiscono sono molto complessi anche perché hanno molte articolazioni ,dal punto di vista visivo (pesi che sollevi)..non avrai dei benefici istantanei come per altri muscoli. Il mio consiglio è quello di non allenarle tutti i giorni..o perlomeno se le vuoi allenare differenzia il tipo di esercizi…..perché la spalla per allenarla bene bisogna sollecitare non solo 1 muscolo. Comunque, chiedi sempre in sala al trainer!

👉🏻Sono molto sovrappeso e sto cercando di mangiare bene e allenarmi…ma avrò mai un FISICO ASCIUTTO?
👨‍🏫Il fisico asciutto lo si può avere giustamente mangiando bene (sempre sotto il benestare di un professionista, perché bisogna capire cosa è per te il mangiare bene)….e poi integrare il tutto con un allenamento mirato che non deve essere troppo intenso… è bene farsi consigliare dal trainer le giuste frequenze da tenere per bruciare grassi e abbinare esercizi specifici; e bisogna sempre capire che tipo di costituzione corporea uno ha!