CALISTHENICS: PROSSIMAMENTE AL CUS BG!

Allenamento: alleato dell’uomo

Lo sport in generale e l’allenamento rappresentano da sempre le metafore della vita: superare i propri limiti e raggiungere un determinato obiettivo, chiaro e definito dall’inizio, competere con gli altri e sviluppare uno spirito di sacrificio, e di conseguenza una grande capacità di resistenza.

Disciplina, resistenza e perseveranza ad allenarsi duramenteson la chiave per raggiungere qualunque obiettivo nel breve e nel lungo periodo.

Scopriamo insieme il mondo del Calisthenics!

Però prima… un attimo di storia!

Il termine “Calistenia” deriva dal greco “Kalòs” (bello) e “Sthenos” (forza). L’etimologia della parola dimostra come la pratica dell’allenamento calistenico abbia tra i suoi obiettivi principali il miglioramento sia della performance dell’individuo che del suo aspetto fisico.

La parola “Kallisthenes” significa inoltre “ricco di vigore”, a voler sottolineare come questo genere di lavoro risulti essere un’attività rigenerante per chi la pratica con regolarità e costanza.

Perché praticareCalisthenics?

La pratica calisthenicasfrutta principalmente il peso del corpo e la forza di gravità in un processo allenante che è per sua stessa natura un lavoro di tipo funzionale.

Con il tempo, imparate le giuste tecniche e con il progredire dell’allenamento avendo raggiunto un buon livello sia di spinta che tirata, può essere d’aiuto l’inserimento nella fase di potenziamento di eventuali carichi da poter aggiungere al proprio corpo, denominati in gergo popolare anche con il termine di “zavorra”.

L’allenamento calistenico, o il lavoro a corpo libero, per utilizzare un termine proprio e non meno datato, permettono quindi una sollecitazione atletica certamente allenante, ma che punta principalmente ad una condizione di benessere più che ad una esasperazione della performance.

Il Calisthenicsquindi ha lo scopo, in un individuo, di aumentare la forza, l’equilibrio, la flessibilità e la mobilità articolare sotto sforzo, la coordinazione e la resistenza specifica di breve e lunga durata, la capacità funzionale di esercitare una determinata tipologia di forzaeconseguentemente di migliorare la forma fisica generale creando stati di benessere psicofisici.

Il corso di Calisthenicstargato CUS BG

Il corso di Calisthenics del CUS si prefigge di impostare le progressioni allenanti necessarie per poter far comprendere in modo pratico gli elementi base della ginnastica calistenicaagli individuipartecipanti del corso.

Vengono analizzate ed allenate le progressioni propedeutiche per la pratica degli elementi basea terra, dall’appoggio e dalla sospensione.

Nello specifico si analizzano in modo pratico i protocolli di preparazione specifica e di preparazione fisica per l’impostazione degli elementi base della ginnastica calistenicae successivamente alla padronanza di eventuali skills.

Il Calisthenics è una disciplinache può essere praticata da tutti, uomini e donne, ragazzi e ragazze. Importante ricordare che nulla avviene per magia, e come in tutte le discipline per ottenere risultati ci vuole tempo, dedizione, passione e sacrificio!

Il riscaldamento: fattore fondamentalema spesso sottovalutato

All’interno della ginnastica calistenica, è necessario e fondamentale creare un riscaldamento completo, nel quale poter:

  • predisporre il nostro fisico ad affrontare le sollecitazioni dell’allenamento evitando infortunipiù o meno gravi;
  • creare una fase di mobilità e coordinazione;
  • creare una fase lavorante e di potenziamento;
  • creare una fase di stretching;

Il corretto sviluppo dello stretchingin una qualsiasi attività acorpo libero, specie per una ginnastica calistenica, diventa un fattore determinante ai fini del raggiungimento dei risultatinel breve e lungo termine.

Maggiore sarà la nostra mobilità articolare, meno difficoltà avremo nel realizzare determinate skills e movimenti, inoltre diventerà ancora più efficace la nostra preparazione fisica, in quantoil R.O.M del movimento (il raggio di movimento di un’articolazione) sarà quindi più ampio e completo.

Questi tre punti, mescolati fra loro, sono in grado di generare un riscaldamento ricco e variegato, il qualediventa esso stesso parte allenante del nostro workout, e quindi da non dimenticare mai!

Marco Minello

Docente CalisthenicsFederazione Italiana Fitness di primo livello, Trainer e Personal Trainer CUS