Chiediamo a Marina: il BMI, indice di massa corporea

Marina è la nostra istruttrice dei corsi di gruppo, con esperienza più che ventennale nel mondo del fitness. Oggi le abbiamo chiesto del BMI (Body Mass Index): cosa è, a cosa serve, come si calcola e come si usa.

Ovviamente, non essendo la nostra istruttrice una dottoressa, si precisa che i seguenti sono dati e consigli basati sull’esperienza personale e lavorativa, e articoli relativi a studi scientifici letti da riviste specializzate e siti istituzionali, ma non possono in alcun modo sostituire il consulto di una figura specializzata!

Il BMI, indicato anche con la sigla IMC, è l’Indice di Massa Corporea. È il metodo più diffuso per calcolare la massa corporea e soprattutto un’eventuale obesità. Si ottiene dividendo il peso (in kg) per l’altezza (in m) al quadrato.

Se il BMI aumenta cresce anche il rischio di malattie associate all’eccesso di peso. D’altro canto, anche un BMI molto basso ha i suoi rischi: uno stato di malnutrizione favorisce l’insorgere di malattie compromettendo soprattutto il sistema immunitario. 

Di seguito le tabelle riportate come standard dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità).

Valori di riferimento per le donne:

ETÀ16-171819-2425-34
BMI IDEALE19/2419/2419/2420/25
ETÀ35-4445-5455-6465-90
BMI IDEALE21/2622/2723/2825/30

Valori di riferimento per gli uomini:

ETÀ1616-1819-2425-34
BMI IDEALE19/2420/2521/2622/27
ETÀ35-5455-6465-90
BMI IDEALE23/2824/2925/30

È comunque da notare che questo valore è indicativo e potrebbe portare a discrepanze rispetto alla realtà, poiché è calcolato con una formula fissa e non distingue la massa magra da massa grassa e acqua. Perciò, nelle persone che svolgono attività fisica e hanno sviluppato muscolatura il risultato potrebbe risultare falsato.

In breve, il BMI o IMC è un valore indicativo pratico di massa corporea, ma per una corretta gestione della propria valutazione sarebbe opportuno aggiungervi anche i valori di impedenziometria o plicometria (test effettuati in centri specializzati).