PROPRIOCETTIVITÀ

 

La propriocezione, nota anche come cinestesica, è la capacità di percepire e riconoscere la posizione del proprio corpo nello spazio e soprattutto lo stato di contrazione dei propri singoli muscoli, il tutto senza supporto della vista.

La propriocezione è anche considerata un sesto senso in quanto il suo sviluppo è regolato da una parte specifica del cervello.

A livello sportivo, e soprattutto per chi pratica sport, è fondamentale avere una buona/ottima propriocettività: ad oggi viene ampiamente utilizzata per prevenire e recuperare infortuni.

A volte prima di utilizzare supporti esterni quali plantari, fasciature, bendaggi o simili (che creerebbero degli squilibri posturali), sarebbe opportuno in palestra o a casa  lavorare sulla propriocettività con esercizi specifici: questi sicuramente migliorerebbero la percezione di se stessi e dell’arto malato, attivando dei meccanismi che consentirebbero un incremento dello sviluppo muscolare.

Nelle palestre o nei centri sportivi troviamo diversi attrezzi per sviluppare e allenare tale “sesto senso”: questi attrezzi hanno lo scopo di migliorare e favorire una corretta postura agendo su dei recettori muscolari.

Il detto “prevenire è meglio che curare” si associa benissimo in quanto è statisticamente provato che avere una buona propriocettivita riduce drasticamente gli infortuni muscolari e soprattutto rotture e in più aumenta notevolmente la performance dell’individuo, giovane o meno giovane che sia.

 

Dott. Andrea Cattaneo

Direttore Fitness CUS Bergamo